777 Motorsport ha appena presentato ufficialmente la nuova 777 hypercar, e lo ha fatto nel tempio della velocità: Monza. Sarà prodotta in sette esemplari, aerodinamica Dallara, motore Gibson ed estetica curata in collaborazione con Umberto Palermo Design. Decisamente sportiva, con il carattere corsaiolo, ma senza l’obbiettivo di competere. Ebbene sì, questa hypercar ha il semplice obbiettivo di offrire ai clienti un’esclusiva esperienza in pista. Studiamo insieme la scheda tecnica della 777 hypercar.

777 hypercar scheda tecnica: caratteristiche generali

L’ultima creatura di Andrea Levy, fondatore di 777 Motors, è dotata monoscocca in fibra di carbonio con omologazione FIA. Ha un peso di poco più di 900 kg e genera un carico aerodinamico (downforce) di 2.100kg a 370km/h. È spinta da un propulsore Gibson V8 aspirato da 4,5 litri capace di erogare 730cv. Particolarità è l’alimentazione fatta esclusivamente da carburanti sintetici per diminuire le emissioni di Co2.

“Con la 777 hypercar siamo riusciti a generare 2.100 kg di downforce con la migliore efficienza possibile che ci ha permesso di guadagnare velocità nei rettilinei e di mantenere una incredibile velocità di percorrenza in curva. Il notevole carico aerodinamico aiuta anche a stabilizzare la vettura nella potente frenata da 370 a 70 km/h per l’entrata nella prima variante, e contribuisce a generare una grande trazione all’uscita di ogni curva. Questa filosofia progettuale ci ha permesso di ottenere per la 777 hypercar un’accelerazione laterale da record di 3.5-4 g, ottimizzata per le migliori performance sul circuito di Monza, la nostra nuova casa, dove le 7 hypercar saranno custodite per conto e per il divertimento dei nostri sette esigenti clienti” Queste le parole di Andrea Levy che coniugano l’importante tecnica di questo progetto!

L’obbiettivo di 777 hypercar

Come gia specificato, la 777 hypercar non è destinata al mondo della competizione ma al solo utilizzo in pista dei sette fortunati proprietari. Infatti quest’ultima è volta a prendere spunto dai prototipi del WEC ma senza assolutamente nessun vincolo tecnico o di regolamento. Quindi una vettura estremamente sportiva senza alcun freno regolamentare, se non quelle dell’omologazione, che ovviamente non possono essere aggirate. La vettura è stata concepita nel tempio della velocità, Monza, e l’aspettativa sul giro è circa 1:33:00, un tempo assolutamente competitivo.

Il prezzo è di 7 milioni di euro, ma compreso nel prezzo è presente la preparazione tecnica e fisica di addetti specializzati. Inoltre 777 Motors darà la libertà di scendere in pista quando più si ha voglia, assolutamente niente male. Infine i proprietari avranno anche la possibilità di allenarsi grazie ad un programma di training che prevede  l’utilizzo del Dallara Driving Simulator a Varano de’ Melegari o ad Indianapolis.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, faccelo sapere sui social!

Rispondi