La nuova Porsche di Ken Block alla conquista della 100th edizione della famigerata Pikes Peak. Con l’ultima creazione di Hoonigan e BBi Autosport, il funambolico pilota Americano vuole provare a dominare la più famosa cronoscalata del mondo. La Hoonipigasus unisce linee del passato con la tecnologia degna di un prototipo da Le Mans, fornendo nuova vita ad un’anziana 912 del 1966.

Hoonipigasus laterale
La nuova Porsche di Ken Block costruita appositamente per la Pikes Peak

Chi è Ken Block?

Ken Block è un noto stuntman e pilota Statunitense, diventato famoso per delle folli acrobazie diventate virali sui social diversi anni fa. Si è dilettato in diverse categorie motoristiche: WRC, WRX, Dakar, cronoscalate e molto altro. La collaborazione con diversi marchi automobilistici, tra cui Ford, Subaru e ora Audi (Audi S1 Hoonitron: la Gymkhana di Ken Block diventa elettrica), gli ha fornito dei mezzi eccezionali per compiere le sue performance. Basti ricordare la Mustang AWD con più di 1000cv usata proprio per percorrere le tortuose strade della Pikes Peak, ovviamente affrontate per la maggior parte di traverso. Quest’anno però, vuole conquistare la vetta come molti dei suoi eroi del mondo dei rally, Ari Vatanen o Sebastien Loeb. Per farlo si è affidato ad Hoonigan, marchio fondato proprio da Ken e BBi Autosport, noto preparatore Americano che si occupa principalmente di Porsche.

Hoonipigasus: il mostro rosa, la nuova Porsche di Ken Block

Partiamo dal perché questa particolare livrea. Come gli appassionati sanno, questa livrea rende omaggio alla Porsche 917/20 “Pink Pig“, per approfondire la storia vi invito a leggere il nostro articolo che parla proprio di questa vettura (Livree auto più iconiche della storia: dalla Gulf ad Alitalia).

Da fuori si intuisce che forse della 912 del 66″ usata come base è rimasto ben poco. Qualche indizio lo danno i passaruota allargati e le numerose appendici aerodinamiche, capaci di generare un carico elevatissimo anche a velocità relativamente “basse”. L’ala posteriore enorme unita allo splitter anteriore molto pronunciato, fanno parte di soluzioni tecniche usate spesso, sia per le cronoscalate che per i campionati time attack in pista.

Hoonipigasus posteriore
Il pacchetto aerodinamico è stato ideato appositamente per ottenere il massimo delle performance in ogni condizione

Ricordiamo che la Pikes Peak è una gara molto particolare, con dei dislivelli molto importanti e un mix di curve molto diverse fra loro, ne parliamo meglio qui Mazda 3 di Mad Mike: un mostro da 1217 cv per la Pikes Peak.

Un classico 6 cilindri Boxer

La tradizione è importante, per questo sarebbe stata un’eresia cambiare il tradizionale Boxer Porsche, magari con un volgare e rozzo V8. Per questa ragione il 4.0 litri della 912 è rimasto al suo posto, ricevendo solo un po’ di attenzioni e forse qualche strano maleficio.

Il propulsore è passato decisamente sotto mani esperte, le quali hanno regalato a questo pregiato motore due turbine grosse come un generatore idroelettrico. Con qualche strano trattamento a base di benzine ad alti ottani fornita da Mobil1, si sono raggiunti i 1400cv, coppia purtroppo sconosciuta.

Hoonipigasus frontale
La Porsche di Ken Block pesa solo 1000kg , risultato eccezionale data la mole di tecnologia al suo interno

Qualcuno ha detto rapporto peso/potenza?

Per scaricare sull’asfalto tutti quei cavalli, l’auto ha una trazione a 4 ruote motrici, con un particolare tunnel per l’albero di trasmissione chiamato “Tunnel Chorizo“, capace di abbassare in modo drastico il baricentro. Le sospensioni sono a controllo satellitare, ovvero, seguendo le telemetrie degli scorsi anni e il GPS, cambiano automaticamente setting in base alla zona del tracciato in cui si trova la macchina. Fantascienza eh…

Il tutto ferma l’ago della bilancia ad appena 1000kg. Ora fate un gioco, provate a calcolare quale sia il rapporto peso potenza della vostra auto e poi tornate qui e fatelo con questa Porsche.

Vedere progetti del genere, realizzati su basi storiche, è una delle cose più erotiche che ci siano per un appassionato e speriamo vivamente che Ken riesca nella sua impresa e conquisti la vetta.

E voi che ne pensate? Vi piacciono progetti del genere? Fatecelo sapere sui nostri social!! E ricordate l’appuntamento settimanale il lunedì con Motorcast in live sul canale Twitch, dove sicuramente riparleremo dell’argomento!!

Rispondi