Nel mondo dei motori, soprattutto quelli automobilistici, la corsa all’elettrificazione non si ferma. La casa bavarese però va controcorrente! BMW sta infatti lavorando su una generazione di nuovi motori endotermici. Una scelta, seppur rischiosa, che porta una grande boccata d’aria nel mondo dello “scoppio”, che negli ultimi anni hanno subito un lento declino a favore delle alimentazioni elettriche ed elettrificate. Frank Weber, direttore dello sviluppo Bmw, asserisce: “ BMW sta lavorando a una nuova generazione di motori benzina e Diesel, a sei e otto cilindri”. Sono frazionamenti anomali considerando gli sviluppi attuali, che preferiscono prevalentemente motori a quattro cilindri o meno, più favorevoli al contenimento di consumi ed emissioni.

Nuovi motori endotermici BMW: a combustione interna ma non solo!

Nonostante le forti restrizioni “Euro” per i motori endotermici, Weber garantisce l’efficienza della prossima generazione. Infatti i nuovi motori, per forza di cose, si scontreranno contro le norme anti-inquinamento Euro 7, che dovranno rispettare per essere omologati. Bmw però non smetterà, parallelamente, di sviluppare alternative elettriche e non solo. La casa bavarese ha annunciato che lo sviluppo includerà la maggior parte di carburanti e fonti energetiche, quindi anche powertrain elettrici ed a carburanti sintetici. Un vero e proprio approccio multiplo per lo sviluppo motoristico, che però denota ancora un po’ di confusione sulla scelta netta da prendere per gli sviluppi futuri in campo automotive. Sia chiaro che per BMW non è un bocciare l’energia elettrica, ma sfruttare un periodo storico ambiguo per innovare. BMW ritiene soluzione ottimale il plug-in hybrid, in attesa di un motore completamente elettrico.

Perché questa scelta?

Principalmente per l’uniformazione delle normative globali sulle emissioni inquinanti. Questo plateau infatti apre interessanti prospettive per i motori endotermici. Saranno più economici, più puliti e anche più efficienti. Una vera occasione per non perdere i nostri cari motori endotermici, ma anzi renderli ancora più efficienti ed economici.

E tu cosa ne pensi della scelta di bmw? Se la condividi faccelo sapere sui social, altrimenti facci sapere la tua!

Ricorda di condividere con i tuoi amici questo articolo. Vorrai mica che non si aggiornino sulle novità motoristiche più interessanti?

2 Comments

  1. Ovviamente non si vuole, meglio dire non ancora, troppi soldi girano attorno al fossile inteso come petroli. Pensate quante persone ci campano. Avete idea il giro d’affari? Dunque di cosa parliamo.

    1. Assolutamente il petrolio la fa ancora da padrone. Piuttosto io penso che sia un paracadute che stia mettendo in preventivo BMW, considerando quanto la spinta verso l’elettrificazione a tutti i costi si sia parzialmente “raffreddata” per molteplici cause (previsioni costi del litio, smaltimento batterie esauste ecc…). Bisognerà valutare il tutto tra un paio di anni!

Rispondi