Dopo la presentazione digitale, finalmente la prova!

Qualche settimana fa vi abbiamo raccontato di tutte le innovazioni che ha portato in essere la nuova Kia Sportage 2022, generazione rinnovata di un’auto particolarmente importante nella storia europea del brand coreano (ne parliamo qui: Kia Sportage 2022: scheda tecnica, dimensioni, motori e tecnologia). Finalmente però siamo arrivati alla prova di Kia Sportage 2022. Un tassello necessario per capire cosa fosse cambiato effettivamente nella sostanza, oltre che nell’apparenza.

Griglia anteriore Sportage
La griglia anteriore ed i fari boomerang della nuova Sportage 2022

Estetica: è riuscita oppure no?

Quando viene presentata una nuova auto bisogna sempre dare il beneficio del dubbio sull’estetica. Il primo impatto è quello delle foto, ma sappiate che le foto possono trarre in inganno e l’auto – dal vivo – può suggerire altre emozioni. Un plauso a Kia Sportage 2022 bisogna farlo perché dal vivo è esattamente come in foto. Ben piantata, con linee decise e tese orizzontalmente, che danno una sensazione di larghezza. Solida e con i loghi su cofano anteriore e posteriore molto grandi, segno di una personalità di spicco di Kia e di una sicurezza che ne fa un brand ormai ampiamente affermato. D’altronde Sportage è stata pensata contestualmente per il mercato europeo, quindi la corrente stilistica che l’ha ispirata non poteva che incontrare il favore dei mercati europei.

Linee design spigolose Kia
Le linee spigolose della nuova Kia Sportage 2022

Ad alcuni potrà non piacere, sono d’accordo. Linee del genere sono appariscenti e osano, cosa che non tutti i brand oggigiorno si permettono di fare. Richiamano la filosofia di “Opposites United” che abbiamo anche già visto su Kia EV6, il crossover elettrico (ne parliamo qui: Prova su strada Kia EV6: il crossover elettrico guidato in anteprima!), quindi sono molteplici i tratti in comune.

Prova Kia Sportage 2022: interni della versione Business

Abbiamo preso in prova la versione Business, quindi il modello di ingresso in gamma. Questo per capire proprio quale sia la base di partenza e se si avverta o meno la “differenza” con allestimenti più pregiati. Ebbene la sensazione di qualità a bordo si conferma essere buona anche in un livello di allestimento che dovrebbe abbracciare una clientela poco incline al superfluo. Inserti belli da vedere così come le plastiche nero lucido classiche sul tunnel centrale, di quelle che purtroppo patiscono i micrograffi. Diverso il discorso per il volante, che se da un lato ha una corona bella da impugnare, ha la parte centrale di una plastica che avrebbe potuto essere curata un po’ di più.

Posteriore Kia Sportage 2022
Posteriore Sportage 2022 simila alla Kia EV6

Il doppio display da 10,25 pollici affiancato troneggia sulla plancia, stirato in orizzontale. Tema unico per la strumentazione e che cambia solo colore quando si passa da una modalità di guida all’altra, senza cambiare grafiche. Un po’ riduttivo, ma almeno si limitano i tempi morti durante i quali non si leggono bene le informazioni di guida. In compenso ciò che si vede dal display avanti al conducente è un disegno futuristico ma ben comprensibile, non disorientante. Tutte le informazioni sono nella zona centrale, che è anche la parte controllata dai tasti sul volante. Sotto alla striscia di display invece c’è il display multimode touch: bello da vedere, facile da usare e molto reattivo nei comandi.

A proposito di tasti sul volante plauso ad un fattore: due di questi sono programmabili. Il tasto con la stella ed il tasto “MODE”, che possono selezionare scorciatoie a piacere del conducente. In un mondo che è sempre statico sui proprio comandi l’ho trovata una libertà di personalizzazione non da poco.

Di spazio a bordo ce n’è!

Da un’auto di 4,51 metri e con un passo di 2,68 metri ci si aspetta uno spazio a bordo adatto a cinque persone. Nel corso della prova di questa Kia Sportage 2022 mi sono seduto sui sedili anteriori e su quelli posteriori, li ho voluti provare tutti. Il risultato è stato soddisfacente e con almeno 10 cm di spazio tra le mie ginocchia ed il sedile anteriore, quando ero seduto dietro ed il sedile regolato sulla mia posizione di guida, che sono alto 1,74 m. Quindi bene per chi ha famiglia e vuole portarsi dietro la prole, anche perché il bagagliaio è da 591 litri (che però arriva a 1.776 abbattendo gli schienali posteriori, che per giunta seguono la divisione 40:20:40). Nella versione Business però scarseggiano le prese di ricarica USB: due anteriori (assieme alla presa 12 Volt classica) ma solo una posteriore. Niente prese di ricarica sullo schienale dei sedili, dunque (come viste sulla Sorento: Kia Sorento ibrida plug in 2021: prova su strada in anteprima).

Sedili posteriore Sportage 2022
Posti di dietro della Sportage 2022, con divisione 40:20:40

Quale motore di Kia Sportage 2022 abbiamo in prova?

Se da un lato abbiamo l’allestimento Business, dall’altro quale motore abbiamo in prova? La scelta è ampia tra tutte le proposte elettrificate a benzina, diesel, full hybrid, ibrida plug-in e addirittura GPL. Mi sono però concentrato sul motore 1.6 benzina da 150 cavalli, un quattro cilindri mild hybrid con cambio automatico DCT a 7 marce.

Parto subito con il dire che la modalità di guida Eco è fuorviante. Vi lascia percepire un’auto un po’ fiacca – che potrebbe essere verosimile data la combinazione di peso e potenza – e poco reattiva. Se però si passa alle modalità di guida Comfort o Sport la musica cambia. Il motore elettrico entra in gioco molto più spesso per aiutare le zone morte del motore termico, con il risultato di avere una progressione sicuramente più decisa. Merito anche del cambio con una logica di funzionamento indovinata: veloce nel cambiare marcia ma soprattutto si stabilizza sui rapporti giusti in base a ciò ce state facendo. Quindi in Sport, ad esempio, mantiene una marcia relativamente bassa per poter offrire uno spunto maggiore. Chiaro che se si comincia a salire di giri mancano cubatura e verve, è un dato di fatto. Ed in più il motore comincia anche a diventare rumoroso, quindi meglio non tirare troppo le marce.

Volante nuova Sportage
Il volante della nuova Kia Sportage

Ma a proposito di rumorosità questo è un “pro” che ho percepito nella prova in anteprima di questa Kia Sportage 2022. Il comfort acustico di bordo è eccellente. Si crea una separazione netta dal mondo esterno e si vive in un ambiente quasi ovattato, con il risultato che si può chiacchierare con i compagni di viaggio senza bisogno di urlare. In Kia hanno lavorato molto sulla trasmissione delle vibrazioni all’abitacolo e quindi è tutto filtrato, tranne il motore. Probabilmente a questo risultato contribuiscono anche i cerchi da 17 pollici piuttosto che da 18″ che hanno più spalla.

Sembra di essere su di un cuscino

Visto che ho parlato dei cerchi da 17″ e del beneficio sulle vibrazioni, aggiungo che c’è un beneficio anche sull’assorbimento delle asperità. Il lavoro combinato con le sospensioni porta alla creazione di un cuscinetto che vi separa dal (cattivo) manto stradale, sia quando incontrate scossoni secchi – come i dossi o i giunti autostradali – sia con avvallamenti che fanno sprofondare. Però lo scotto da pagare è sulla precisione nei cambi di direzione. Non è fulminea nei cambi di direzione e c’è un po’ d’inerzia. Da un lato me l’aspetto, date le dimensioni, dall’altro penso “ma davvero interessa al cliente interessato a quest’auto di quanto velocemente possa fare zig-zag?“. E quindi direi che si può soprassedere su questo particolare.

Cerchio 17 pollici Kia
Cerchio da 17 pollici dell’allestimento Business

L’unico punto che mi ha lasciato perplesso è stato l’impianto frenante. Premesso che l’auto in prova aveva scarsi 700 km all’attivo e quindi è probabile che dovesse ancora assestarsi tutto, avrei preferito un po’ di mordente in più. Poi le sospensioni più morbide e le gomme con spalla più alta, che quindi si schiaccia, fanno puntare molto l’auto in avanti, stressando effettivamente l’impianto. Ma potrei riservarmi di provarla in futuro per capire se effettivamente è progettato così oppure bisognava solo che si assestasse.

Prezzo e conclusioni della prova di Kia Sportage 2022

La versione Business con motore MHEV benzina parte da 29.950 euro, ma con cambio manuale 6 marce. Già l’automatico porta il prezzo a salire di 2.000 euro. Chi vuole la top di gamma ed in versione ibrida plug-in deve invece essere pronto a sborsare circa 45.000 euro. Di fatto Kia Sportage in questa nuova versione si conferma accattivante e soprattutto idonea ad una molteplicità di utilizzi e scopi.

Come sempre vi lascio anche con il video, oltre che con la fotogallery. Ricordate di iscrivervi al canale YouTube per supportare tutto il lavoro che c’è dietro ciò che potete vedere e leggere!

Tu che ne pensi di questa nuova generazione di Kia Sportage 2022? Faccelo sapere direttamente sui nostri social e non dimenticare di lasciare un like!

Rispondi